Etichettato: Quino

Quino: il potere? Una zuppa immangiabile

La Folha de S.Paulo di oggi pubblica una bella intervista con Joaquin Salvador Lavado, in arte Quino, l’artista e umorista argentino creatore, tra gli altri, di Mafalda. 77 anni, 55 di carriera, Quino si dice stanco: non disegna da mesi, ma pensa di riprendere in mano la matita tra qualche tempo, dopo “una pausa di riflessione”. Il suo personaggio più celebre, Mafalda, è morto nel 1973, ma le proteste e le riflessioni della ragazzina sono ancora attuali. “Quello che succede nel castello in Amleto – riflette Quino – succede ancora alla Casa Bianca. Non è cambiato niente”. “Ma – avverte con amarezza – i disegnatori satirici sono una classe in estinezione. Una volta si andava in galera per un disegno, ora non cambia nulla”. Gli viene chiesto se anche a lui, come a Mafalda, non piacciano le zuppe: “No – ha risposto – a me si, ma per lei era una metafora dei regimi dittatoriali: qualcosa che detestavi ma che dovevi ingerire lo stesso”.
PS. Ho letto una parte dell’intervista sul giornale cartaceo, breve per ovvie ragioni di spazio. Poi mi hanno rimandato al link della Folha in line. Questo dove ho trovato il testo completo. Ecco un buon esempio di integrazione tra carta e web senza crisi di gelosia. Io non rinuncio a tenere in mano il giornale mentre bevo il caffé, però non posso neanche pretendere che i padroni del giornale abbattano 15 ettari di foresta per me o rinuncino a spazio pubblicitario. Inoltre, se Quino ha dedicato tempo prezioso all’ intervistatore pubblicare poi una colonnina di 30 righe e’ da cretini, no? Quando esiste l’infinte-space di internet da usare in maniera intelligente, a costo quasi zero e che non fa altro che rafforzare la qualita’ del giornale di carta.

Annunci