Categoria: Musica

Ascoltare Alban Berg: la musica del futuro ha cento anni dietro le spalle

Il Saggiatore pubblica il monumentale Suite Lirica che raccoglie gli scritti teorici, critici e letterari del viennese Alban Berg (1885-1935) che insieme a Arnold Schoenberg e Anton Webern fu protagonista della Seconda scuola di Vienna.
Autore di pagine ancora oggi modernissime e piene di fascino come la Sonata N. 1, il Wozzeck, la Lulu e la famosa Suite Lirica, Berg è stato un intellettuale a tutto tondo, da scoprire e riscoprire. La sua musica è una frontiera ancora inesplorata.
Ne parlo su “Il Venerdì di Repubblica”

berg

Una vita tra «il polpastrello e la corda». Angelo Fabbrini e i segreti del suono

Nella sua autobiografia, Angelo Fabbrini, nato a Pesaro ma da sempre con “bottega” a Pescara, racconta cosa significa trascorrere una vita intera al servizio dei pianisti e dei loro strumenti. I più grandi, da Arturo Benedetti Michelangeli a Alexis Weissenberg, da Arthur Rubinstein a Maurizio Pollini, si sono affidati e si affidano alle sue cure prima dei concerti, legandosi per sempre a quegli strumenti. La sua storia esce ora ne La valigetta dell’accordatore edito da Passigli.
Lo racconto su “Il Venerdì di Repubblica”

fabbrini

Luigi Nono, Venezia, il Novecento. Ricordi di una vita in musica

A trent’anni dalla scomparsa di Luigi Nono, l’editore Il Saggiatore riporta in libreria Nostalgia del futuro, una summa del lavoro teorico del compositore veneziano, interviste, saggi e pensieri intorno alla sua vasta opera. A Venezia, intanto, l’Archivio Fondazione Luigi Nono prosegue la sua attività di divulgazione, guidata dalla vedova Nuria Schoenberg Nono, che ho intervistato a Venezia.
Su “Il Venerdì di Repubblica”

nono1

nono2

Richard Galliano: «Appartengo alla tribù delle emozioni».

Una carriera cinquantennale, tre dischi appena usciti e tre in programma, Richard Galliano si avvia a spegnere settanta candeline quest’anno. In questa intervista il grande virtuoso dell’accordeon ripercorre le tappe della sua attività e gli incontri che hanno segnato la sua vita, da Juliette Greco a Serge Reggiani, da Cher Baker a Enrico Rava, da Astor Piazzolla a Michel Legrand ai quali, dice, «devo tutto: ho seguito le loro orme».
L’intervista su “Il Venerdì di Repubblica”

richard1

richard2

Alla riscoperta di Giuseppe Tartini, il grande virtuoso dell’Illuminismo

Da Padova, dove visse ben oltre la prima metà del Settecento, Giuseppe Tartini (1692-1770), violinista, compositore, didatta, teorico, fu al centro di una rete europea di relazioni importanti. A 250 anni dalla scomparsa, Trieste il cui conservatorio è a lui intitolato, gli dedica una mostra permanente.
Su “Il Venerdì di Repubblica” intervisto la musicologa Margherita Canale, tra i curatori scientifici del progetto.
tartini

Cecilia Bartoli: «Il talento è pericoloso»

«Il segreto di Vivaldi? La sua disarmante semplicità, la cosa più difficile da ottenere, come in Mozart». Cecilia Bartoli sta per pubblicare il suo nuovo disco, Antonio Vivaldi (Decca)vent’anni dopo il leggendario Vivaldi Album. La mezzo soprano romana, trent’anni di carriera, dodici milioni di dischi venduti, è attualmente in tournée europea con La Cenerentola di Rossini e il prossimo marzo sarà al San Carlo di Napoli e poi in ottobre al Teatro alla Scala per un progetto triennale dedicato a Handel.
La intervisto su “Il Venerdì di Repubblica”.

cecilia

cecilia2

Il nuovo disco di Elza Soares: «Canto per chi non ha voce»

Su “Il Venerdì di Repubblica” intervisto Elza Soares, decana della musica brasiliana, che con il suo ultimo disco Deus é mulher («Dio è donna») segna un ulteriore traguardo in una lunga e appassionata carriera di impegno per i diritti civili, a ritmo di samba e di swing.

elza_venerdì